Conto Corrente Per Ditta Individuale: Facciamo Chiarezza – Mar 2020

Per chiunque in Italia decida di aprire una propria impresa individuale, posseduta e gestita da un’unica personail conto corrente per ditta individuale è uno strumento bancario indispensabile per la sua gestione.

Negli ultimi anni, anche le banche online che in passato avevano come unici clienti i privati, hanno iniziato a sviluppare prodotti e conti correnti in linea con queste specifiche esigenze.

Il vantaggio delle banche online è quello, non avendo filiali, di avere costi inferiori con maggiore trasparenza, servizi e prodotti amministrabili totalmente online e dei tempi di risposta davvero bassi.

All’interno del panorama delle banche online, negli ultimi anni son nata le nuove banche dirette, che offrono servizi simili alle classiche banche online, ma senza avere la possibilità di offrire prestiti o poter permettere ai propri clienti di andare in rosso sul conto. Tra queste le più popolari in questo momento sono N26 business, Qonto, Revolut business e Holvi.

Migliori conti correnti per ditte individuali

Conto corrente Qonto ditta individuale

conto corrente aziendale qontoQonto è la neo-banca, banca diretta, nata con l’obiettivo di semplificare la vita degli imprenditori e dei lavoratori indipendenti. Qonto permette di aprire il conto corrente per l’impresa individuale, in pochi minuti, direttamente online.

Qonto offre in questo momento 2 mesi di prova gratuita del proprio conto.

Tutta la gestione del conto avverrà attraverso l’home banking e l’app per smartphone. Qonto prende per mano gli imprenditori e gli aiuta a gestire la quotidianità bancaria.

Conto permette di avere più carte di debito, di aggiungere note ad ogni operazione effettuata e di condividere il proprio conto con il commercialista.

Puoi inoltre beneficiare di numerosi vantaggi e funzionalità: dalla creazione di diverse carte di debito agli strumenti per la semplificazione della contabilità (come ad esempio allegare giustificativi di spesa e aggiungere note personali ai movimenti del conto o dare accesso diretto al tuo commercialista per accedere ad estratti conto e relativi allegati). Per qualsiasi domanda il servizio clienti Qonto è sempre disponibile online.

Qonto può essere aperto direttamente online da questa pagina.

  • Costi attivazione e canone annuo: Attivazione è gratuita. I canoni mensili ( a partire da 9 euro mese) variano sulla base del prodotto scelto. In promozione per una prova gratuita per i primi 2 mesi.
  • Commissioni di prelievo:  1 euro/prelievo o da tutti gli ATM di istituti bancari in Euro
  • Limite di spesa:  sulla base della disponibilità
  • Limite di prelievo:sulla base della disponibilità
  • Modalità di ricarica:  E’ possibile ricaricare il conto tramite bonifico bancario
  • Ricezione pagamenti con IBAN: Gratuito con IBAN Italiano
  • Altre caratteristiche: Bonifici in Europa gratuiti (sulla base dell’offerta scelta)
  • Circuito: Mastercard
  • Tempo di attivazione: 10 minuti
  • Per tutte le condizioni contrattuali leggere attentamente il foglio informativo
RICHIEDI QONTO>>

Conto Revolut Business ditta individuale

conto corrente revolut business

Nata nel Regno Unito, conta ad oggi più di 2 milioni di clienti. Dopo aver conquistato il mercato dei conti correnti online per privati, ora Revolut è anche disponibile per le imprese individuali.

Il conto corrente aziendale online Revolut Business può essere aperto direttamente online da questa pagina e può essere aperto in 4 diverse versioni per le aziende, sulla base delle proprie esigenze aziendali.

  • Costi attivazione e canone annuo: I canoni mensili variano a seconda del piano scelto. L’attivazione e il canone sono gratis per la versione base del conto business.
  • Ricezione pagamenti con IBAN: Gratuito con IBAN.
  • Altre caratteristiche: Bonifici in Europa gratuiti e conto che può ospitare il saldo in 28 valute differenti
  • App: disponibile per smartphone android e iOs.
  • Carte di pagamento: mastercard
  • Tempo di attivazione: 5 minuti

Si consiglia di visitare il sito Revolut Business per verificare quale sia il prodotto più adatto alle proprie esigenze.

RICHIEDI REVOLUT BUSINESS>>

Conto corrente N26 Business per ditta individuale

conto corrente n26 business

Attivo da poco anche nel settore business, N26, grazie alla sua semplicità sta prendendo piede sul territorio nazionale.

N26 Business può essere aperto direttamente online da questa pagina.

  • Costi attivazione e canone annuo: L’attivazione è il canone sono gratuiti
  • Commissioni di prelievo: prelievi gratuiti in area euro
  • Limite di spesa: sulla base della disponibilità
  • Limite di prelievo:sulla base della disponibilità
  • Modalità di ricarica: E’ possibile ricaricare il conto tramite bonifico bancario
  • Ricezione pagamenti con IBAN: gratis
  • Altre caratteristiche: funzionalità di cashback, per  ogni acquisto effettuato con Mastercard Business N26 viene generato lo 0,1% di cashback.
  • Circuito: Mastercard
  • Tempo di attivazione: 5 minuti
RICHIEDI N26 BUSINESS>>

FAQ sui conti correnti per ditte individuali

Obbligatorietà

Per ogni ditta individuale è obbligatorio possedere un proprio conto corrente. Ogni azienda in ogni modo è libera di decidere se aprire il proprio conto aziendale in una delle banche tradizioni presso una filiale o online, sfruttando una delle neo-banche, che permettono di avere e gestire il conto senza doversi recare fisicamente in filiale.

La differenza principale tra conti business e conti personali e che nel caso di conto business il titolare del conto sarà l’azienda stessa e non il titolare, che comunque sarà quello che ne avrà tutti i diritti.

Utilizzando un conto business sarà quindi possibile differenziare tutti i propri flussi di cassa, se personali o aziendali.

Promiscuità

Con il Decreto Legge del 4/7/2006 n.223, più conosciuto come decreto Bersani, veniva istituito l’obbligo per chi possedeva una partita IVA l’obbligo di avere un conto corrente bancario dedicato, nel quale far confluire  “le somme riscosse nell’esercizio dell’attività” e dal quale doveva essere fatte uscire le somme dedicate ai pagamenti aziendali.

Inoltre veniva aggiungo l’obbligo di effettuare i versamenti fiscali e previdenziali attraverso sistemi di pagamento telematici (banca online con servizi home banking). Implicando indirettamente la necessità di avere un conto corrente per effettuare i pagamenti.

Nel 2008 questo obbligo di avere un conto corrente dedicato viene eliminato. In teoria il titolare di partita IVA può utilizzare anche il proprio conto corrente personale per effettuare i versamenti fiscali e previdenziali.

Diverso il caso per le ditte individuali, che avendo spesso una ragione sociale diversa dal  nome del titolare stesso, necessitano quindi il bisogno di avere un conto corrente business dedicato.

Come aprire un conto corrente per una ditta individuale? 

conto corrente impresa individuale

Per fortuna, con l’arrivo delle banche online, anche l’apertura di un conto corrente dedicato alle imprese individuali, è diventata molto più semplice.

Non servirà più doversi per forza recare in una filiale bancaria e districarsi tra lunghissimi e poco chiari fogli informativi.

L’apertura può avvenire direttamente online senza dover spedire alcun documento cartaceo firmato. Basterà fornire:

  • i documenti personali del titolare
  • i documenti relativi l’assegnazione della partita iva
  • nel caso delle ditte individuali l’iscrizione alla Camera di Commercio e partita iva(presenti nella visura camerale).

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *