N26 vs Revolut: quale prodotto scegliere?

Alcuni anni fa, se qualcuno avesse parlato di “banca online” in Italia, probabilmente si sarebbe riferito ad una delle storiche con Fineco, IW Bank, Hello Bank, ING o Widiba.

Oggi, il termine Digital Banking o Mobile Banking, ci apre un nuovo vero scenario, quello di alcune banche esistenti realmente solamente online, senza nessuna filiale fisica.

In Italia, negli ultimi anni sono entrati sul mercato anche altri due player stranieri, N26 vs Revolut, con dei prodotti innovativi e altamente competitivi.

Andiamo avanti ed esaminiamoli meglio!

Confrontiamo i conti N26 vs Revolut

N26 Italia

La Banca N26 è una banca online nata in Germania alcuni anni fa, nel 2015 è ben presto diventata una delle più importanti aziende in crescita del settore con oltre 8M di clienti in tutta Europa. 
n26 vs hypeNel 2016 è diventata una banca a tutti gli effetti, acquisendo una licenza completa per poter operare in Europa e ogni consumatore è tutelato dal German Bank che offre una copertura in caso di default della banca fino a 100K Euro.

Pur potendo operare anche in Europa, la banca N26 risulta essere una banca tedesca. Questo non cambia molto per un utente normale che ha bisogno solamente di vedersi accreditato magari lo stipendio e che vuole una carta di pagamento valida in tutti i negozi e online.

Nel momento dell’apertura, viene assegnato un codice IBAN, che può essere utilizzato per ricevere dei pagamenti e per caricare il proprio conto.

N26 è compatibile sia con Apple Pay che con Google Pay, ma non può essere utilizzato per emettere assegni.

Tutte le operazioni del proprio conto corrente possono essere effettuate attraverso l’utilizzo della loro ottima e semplicissima app o sulla loro piattaforma di home banking.

Carta di debito Mastercard N26

Con l’apertura del conto N26 parte in automatico la richiesta di una carta di debito gratuita Mastercard (che non è una classica carta prepagata).

Gli unici costi che avrete nel suo utilizzo saranno legati ai prelievi in valuta straniera ( per i quali ci sara un costo commissionale del 1,7% su ogni prelievo). Per il resto la potrete utilizzare in completa serenità e senza paura. I prelievi in Europa invece sono completamente gratuiti.

La carta non è una normale carta di credito ma utilizza direttamente i soldi presenti sul nostro conto, per questo motivo è chiamata carta di debito.

Due  interessanti opzioni disponibili nell’app ci permettono di dormire sonni sereni:

  • la possibilità di cambiare il PIN della carta ogni volta che vogliamo
  • la possibilità di bloccare e ri attivare la nostra carta all’occorrenza. Ciò limita l’utilizzo fraudolento della nostra carta.

I pagamenti invece tramite il circuito Mastercard saranno sempre gratuiti, sia che paghiate in Euro sia che paghiate in una valuta straniera.

Se sei un residente in Italia, puoi attivare il conto direttamente da questa pagina.

 

Revolut Italia

Anche Revolut, come N26 è un’azienda recente, con sede nel Regno Unito,  che ha iniziato la sua attività a luglio 2015. Ad oggi Revolut conta in Europa più di 2 Milioni di utenti attivi.

logo revolut  Revolut è attiva con un autorizzazione concessa a dicembre 2018 in Lituania ma regolata dalla UK Financial Conduct Authority, in quanto l’azienda è inglese. Rientra quindi a tutti gli effetti tra le banche di passaporto europeo.

Come per il conto N26, anche Revolut fornisce immediatamente dopo l’apertura un codice IBAN europeo tramite il quale è possibile inviare dei soldi nel proprio conto.

Non ci sono costi di apertura ma Revolut in versione standard richiede un pagamento di 6 euro per l’invio della carta di debito. Revolut non è ancora supportato da Apple Pay ma può essere invece usato tranquillamente Google Pay.

Carta di debito Revolut Mastercard

La carta di debito Revolut utilizza il circuito Mastercard e risulta essere un ottima carta di pagamento sia per gli acquisti quotidiani che in viaggio.

La spesa massima spendibile o trasferibile ogni mese è gratuita fino ai 5.000 Euro, dopo questi viene applicata una commissione del 0,5%.

Per i prelievi invece il limite mensile è di 200 Euro e dopo questi viene applicata una commissione del 2% ogni volta che si preleva.

E possibile far addebitare sul conto corrente Revolut anche le nostre bollette, con pagamento diretto.

Come per N26 non è possibile utilizzare assegni.

A differenza di N26 invece, non è possibile utilizzare la piattaforma di home banking di Revolut sul nostro PC o Portatile, ma solo con sui dispositivi mobile.

Una grossa differenza con N26 sta nel fatto che con Revolut è possibile scambiare le 5 valute crypto principali: Bitcoin (BTC), Ethereum (ETH), Bitcoin Cash (BCH), Litecoin (LTC) e Ripple (XRP).

Puoi richiedere Revolut gratuitamente direttamente da questa pagina del loro sito web.

 


Tabella riassuntiva delle principali caratteristiche N26 vs Revolut

 

Conclusioni

Riassumendo un po’ le funzionalità principali offerte da entrambi i prodotti, nella sfida Revolut vs N26, ne esce N26 come vincitore, soprattutto per il fatto di essere, nella sua versione base attivabile e testabile senza nessuna spesa e soprattutto perché dispone di una piattaforma utilizzabile anche da PC e Portatile.

Per il resto diciamo in linea generale che i prodotti sono molto simili (soprattutto anche per il circuito utilizzato è sempre Mastercard). Entrambe sono ottime in viaggio, non avendo commissioni di cambio ed essendo accettate ovunque.

Anche l’accredito dello stipendio o la ricezione di pagamenti possono avvenire senza problemi in entrambi i casi.

Ora non vi resta che decidere se attivare N26 o Revolut.

Se hai deciso di attivare N26 lo puoi fare direttamente dalla pagina di attivazione di N26, altrimenti se vuoi attivare Revolut lo puoi fare dalla pagina di attivazione Revolut.

 

Se invece vuoi solo una carta prepagata gratuita leggi il nostro articolo a riguardo.

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *